fbpx

Il cibo diventa arte, ogni piatto racconta una fiaba e l’anima vibra, solleticata dai piaceri del gusto

Cuculia nasce nel 2012 dall’amore di chef Oliver Betancourt e Roberta Del Prete. Il ristorante è nato e cresciuto negli anni in Oltrarno, quartiere celebrato in tutto il mondo e cuore pulsante del centro storico di Firenze, città attentissima ai nuovi orizzonti gastronomici e anche per questo ricca di preziosi e costanti stimoli. Cuculia è unico nel suo genere, e ciò in virtù di una combinazione di elementi peculiari e presenti in maniera spiccata: passione inesauribile per la cucina, bontà e bellezza sfolgorante dei piatti ed accoglienza del cliente raffinata e calda al contempo. Il nome Cuculia deriva dall’antico appellativo di via dè Serragli che nel Rinascimento era nota come Via del Canto alla Cuculia in ragione dei numerosi cuculi che dimoravano nei giardini dei monasteri e dei palazzi nobiliari della zona: simbolo di prosperità, i fiorentini amavano ascoltare il canto di questi uccelli. Cuculia Restaurant comes to life in 2012 thanks to the love of Chel Oliver Betancourt and Roberta Del Prete. An ambitious project grown and matured in the heart of the town of Florence and has become more and more attentive and open to the new horizons of contemporary cuisine. Cuculia is one of a kind restaurant. The ingredients that make it unique are the passion for cooking, the goodness and the beauty of its dishes and the welcoming to their customers. The name Cuculia comes from the ancient name of the street of the Restaurant, via de’ Serragli, that during the Renaissance was known as the Street of the Cuculia, for its numerous cuckoos, symbol of power and importance. These birds lived among the noble palaces and their twitter was appreciated by the florentines.

Chef Oliver Betancourt

Chef Oliver Betancourt Nasce in Venezuela nel 1976. Incantato dalla cucina fin da bambino per merito della nonna, comincia ben presto a viverla come spazio di crescita personale. Cucinare diventa negli anni naturale emanazione di una passione incontenibile, scambio culturale ed eccellente forma di espressione artistica. Decide di partire dal suo Paese alla scoperta di altre cucine del mondo: approda quindi a Fontainbleau in Francia ed inizia a lavorare a “La Licorne” (1* Michelin) dove apprende i cardini e le tecniche della cucina tradizionale francese. Continua i suoi studi in Corsica a Porto Vecchio per poi spostarsi alla volta della capitale spagnola, Madrid, dove perfeziona la conoscenza della cucina contemporanea – gastronomia molecolare in primis – e viene a contatto con le varie avanguardie. Qui affianca chef Juan Pablo Felipe del ristorante Cháflan (1* Michelin) ed in seguito chef Andrés Madrigal del ristorante El Olivo (1* Michelin): in seguito – forte di importanti esperienze e di una grande padronanza della tecnica – diviene il sous-chef di chef Sergi Arola a La Broche (2* Michelin). Nel clima di fermento culinario e culturale della Madrid di quei anni chef Oliver Betancourt affina anche tecniche di cucina thailandese e giapponese collaborando con chef provenienti dall’Oriente. In Italia dal 2006, egli conosce l’enorme varietà dei prodotti e delle cucine regionali da Nord a Sud fino a fondare nel 2012 Cuculia – di cui è chef patron – insieme a sua moglie Roberta del Prete: un vero atto d’amore per la cucina e per la meravigliosa città di Firenze.

Oliver, born in Venezuela in 1976, is charmed by the art of cookery thanks to his grandmother and so he starts looking at the cooking world as a place for growing. He lives this new experience as a cultural exchange and an excellent way to express artistic communication. He decides to leave his own country and begins a voyage to discover the different new cuisines of the world. He lands in Fontainbleau, France and starts working for La Licorne Restaurant (1 Michelin Star) where he learns the techniques of the traditional french cuisine. He continues his studies in Porto Vecchio, Corsica, and travels then to the capital of Spain, Madrid where he apprehends the techniques of the modern contemporary cuisine. He works beside Juan Pablo Felipe chef of the Chaflan Restaurant (1 Michelin Star) and later, he continues his career working beside the Chef Andres Madrigal in the El Olivo Restaurant (1 Michelin Star). With his numerous experiences and great technical ability he works beside the Chef Sergi Arola at La Broche Restaurant (2 Michelin Stars) Molecular cuisine and artistic composition become part of his day-to-day work and will later create the basis for his Jazz Cuisine. In the artistic and culinary liveliness of Madrid of those years, Chef Oliver Betancourt refines techniques of Thai and Japanese cuisine collaborating with chefs coming from the Orient. In Italy since 2006 he rediscovers the enormous variety of products and regional cuisines from north to south until in 2012, he founds Cuculia Restaurant Bookstore, together with his wife Roberta Del Prete. An act of love for the cuisine and the wonderful town of Florence.

Roberta

Nasce a Napoli nel 1980, cresce a Firenze e termina i suoi studi di letteratura a Parigi, dopo un percorso formativo artistico e teatrale intrapreso all’età di 19 anni. Si avvicina alla cultura culinaria in quanto forma d’arte a partire dal 2009: amante della natura e della ricerca enogastronomica, costruisce insieme a suo marito Oliver Betancourt piatti che trasmettono una pura alchimia tra emozioni del passato e del presente. Il servizio ed il racconto di questi stessi piatti diventa lo stumento con cui Roberta comunica l’amore e l’impegno del loro lavoro insieme.

Born in Naples in 1980, she grows up in Florence and ends her literary studies in Paris. She has studied art and theatre since the age of 19. She approaches the cooking culture as an art form in 2009. Fond of nature and cooking fieldwork, together with her husband Oliver Betancourt she starts creating dishes that are a true alchemy between emotions of the past and contemporary cooking. She conveys all the love and the commitment to the cooking experience through serving and telling a dish created by the Chef Betancourt.